Un Golfo imbottigliato


autore: Enrico

Il Golfo Persico non vedeva tanto traffico di navi militari dai tempi di Iraqi Freedom, il nome affibiato dall’amministrazione Bush alla guerra del 2003. In quel caso però le navi che scorrazzavano nel Golfo erano solo quella della US Navy, ora invece le insegne che appaiono sulle fiancate non potrebbero essere più diverse. Il 27 Maggio sono attraccate al porto di Manama, sede della Quinta Flotta USA, alcune navi russe. Seguite poco dopo dall’arrivo nel porto di Salalah (Oman) da altre navi russe, presenti per la prima volta da decenni nel Golfo. Il loro arrivo è stato coordinato tra comandi navali Russi e comandi Iraniani. È la prima volta che una nave russa attracca e fa rifornimento nello stesso porto in cui fa base la marina statunitense. Mosca ha così inaugurato una presenza -non si sa se duratura o meno- della sua marina militare nel Golfo Persico. Contemporaneamente, Obama ha progressivamente ridotto la presenza della marina statunitense nel Golfo per aiutare la ripresa del dialogo con l’Iran, generando un’atmosfera positiva per i colloqui. Nel Golfo non è presente nemmeno una portaerei USA, come non accadeva da molti anni a questa parte. La mossa russa ha seguito di poco l’inaugurazione nel Golfo -il 25 Maggio- di una base militare navale francese, nei pressi di Abu Dhabi. Se anche i francesi, che hanno importanti interessi nell’area (Iran e Libano in primis), possono rompere il monopolio USA nelle acque del Golfo, perchè la Russia (impegnata diplomaticamente e finanziariamente soprattutto sul dossier Iraniano) non può stabilire una presenza in quelle acque? Sicuramente lo scenario resta nel complesso tranquillo, ma certamente l’attivismo delle grandi potenze intorno all’area del Golfo spiega quanto sia importante per molti essere presenti e contare in quella zona chiave del globo.

Advertisements

6 responses to “Un Golfo imbottigliato

  1. Come fai a sapere tutte queste cose, scusami ? Ti basi sui giornali arabi ?

  2. Princborg, ma cosa dici ?! è tuitta propaganda di Voice of America e qualche giornale repubblicano, o il foglio di Ferrara

  3. Princborg, è tutto disponibile su fonti aperte (anche se a volte ho le mie fonti). Puoi trovare tutto qui

    http://news.bbc.co.uk/2/hi/middle_east/7189481.stm

    http://www.nytimes.com/2009/05/27/world/europe/27france.html

    http://snuffysmithsblog.blogspot.com/2009/05/russias-first-persian-gulf-naval.html

    http://jasonjeffrey.wordpress.com/2009/05/27/russias-first-persian-gulf-naval-presence-coordinated-with-tehran/

    Come vedi Jilberto nessuna delle fonti da te citate, e in ogni caso conferme incrociate. Prima di lanciare le tue invettive cerca almeno su Google, ti assicuro che spesso funziona.

  4. JILBERTO HA RAGIONE : NON HO MAI LETTO SU UN BLOG NULLA DI PIù FAZIOSO E AMERICANISTICO

  5. Fattelo dire, 6 1 poco troppo complottista 😉

  6. @ Mario, non capisco davvero… se uno riporta dei fatti è automaticamente fazioso e americanistico? Oltretutto se ci sono delle obiezioni mi attendo critiche nel merito.
    @ Califfo, non capisco bene dove trovi il complotto…cmq le critiche costruttive sono sempre ben accette…
    Le manovre militari ci sono spesso, non sempre preludono a minacce/azioni, ma spesso riflettono le considerazioni strategiche del paese che le fa. Riportarle può essere utile per capire di più…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s